ELEZIONE EUROPEE - VOTO DEGLI ITALIANI RESIDENTI O TEMPORANEAMENTE ALL'ESTERO

Il prossimo 26 maggio 2019 si terranno le Elezioni del Parlamento Europeo. Gli elettori residenti all’estero o temporaneamente all’estero potranno partecipare alla consultazione elettorale nei modi di seguito descritti.

CITTADINI ITALIANI ISCRITTI ALL’AIRE E RESIDENTI NEI PAESI DELLA UNIONE EUROPEA:
I cittadini italiani iscritti all’AIRE e residenti nei Paesi della UE che non hanno optato per il voto a favore dei candidati locali, possono votare per i candidati italiani nelle sezioni elettorali istituite presso le Ambasciate e i Consolati italiani di riferimento, senza necessità di presentare alcuna domanda. Il Ministero dell'Interno italiano spedirà automaticamente al loro indirizzo di residenza all’estero il certificato elettorale con l'indicazione della sezione consolare presso la quale votare, della data e dell'orario delle votazioni.
I cittadini italiani iscritti all’AIRE e residenti nei Paesi della UE che invece desiderano votare in Italia devono presentare entro il 25 maggio 2019 (giorno precedente le elezioni in Italia) apposita richiesta al Sindaco del Comune italiano nelle cui liste elettorali sono iscritti, che li ammetterà al voto dopo aver accertato che non abbiano già votato all'estero.

CITTADINI ITALIANI TEMPORANEAMENTE ALL’ESTERO IN PAESI DELLA UNIONE EUROPEA:
I cittadini italiani che si trovano temporaneamente all’estero in un Paese della UE per motivi di studio o di lavoro, nonché i loro familiari conviventi, possono votare per i candidati italiani nelle sezioni elettorali istituite presso l’Ambasciata o il Consolato italiani di riferimento.
Per essere ammessi al voto è necessario presentare entro il 7 marzo 2019 all’Ufficio Consolare italiano di riferimento una apposita domanda che verrà poi inoltrata a cura dell’Ufficio Consolare al Comune italiano di iscrizione nelle liste elettorali.
La domanda deve essere di norma redatta utilizzando il modello predisposto dal Ministero e scaricabile cliccando sul link a fianco. In ogni caso la domanda deve contenere tutte le indicazioni previste dal modello e deve essere corredata dall’attestazione del datore di lavoro o dell'istituto od ente presso il quale il connazionale svolge la sua attività di studio, oppure da dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà redatta ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. 445/2000, che contenga l’indicazione dell’attività di lavoro o studio svolta dal connazionale, ovvero la sua qualità di familiare convivente di cittadino all’estero per motivi di lavoro o di studio.
Le domande, complete degli allegati richiesti e di fotocopia di un documento di identità del richiedente, possono essere presentate all’Ufficio consolare di riferimento per posta elettronica (allegando i documenti scansionati) oppure per posta o personalmente allo sportello dell’ufficio.
Il termine del 7 marzo 2019 è perentorio.

CITTADINI ITALIANI RESIDENTI ALL’ESTERO O TEMPORANEAMENTE ALL’ESTERO IN PAESI NON APPARTENENTI ALLA UNIONE EUROPEA:
I cittadini italiani iscritti all’AIRE e residenti nei Paesi non appartenenti alla UE possono votare solo in Italia il giorno 26 maggio 2019 presso il Comune di iscrizione nelle liste elettorali: a tal fine riceveranno una apposita cartolina avviso.
I cittadini italiani temporaneamente all’estero in Paesi non appartenenti alla UE possono votare solo in Italia il giorno 26 maggio 2019 presso il Comune di iscrizione nelle liste elettorali.

DIVIETO DEL DOPPIO VOTO:
Si ricorda che è penalmente sanzionato il doppio voto: chi vota per i candidati al Parlamento Europeo per il Paese di residenza non potrà votare anche per quelli italiani, e viceversa; chi vota per i candidati italiani presso le sezioni elettorali istituite all’estero presso gli Uffici consolari non potrà farlo anche presso le sezioni elettorali in Italia, e viceversa.
Nessuno può votare più di una volta nel corso delle stesse elezioni: gli elettori in possesso di più cittadinanze di Paesi membri dell’Unione Europea possono esercitare il loro diritto di voto per i candidati di uno solo degli Stati di cui sono cittadini.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI VISITATE LE PAGINE INFORMATIVE DELL’AMBASCIATA O DEL CONSOLATO ITALIANI DI RIFERIMENTO O DEL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI, CLICCANDO SUI LINK SEGUENTI:
Pagina informativa generale
Pagine informativa per temporaneamente all’estero

 

Ufficio: 
Servizi Demografici
Data pubblicazione: 
Giovedì, 28 Febbraio, 2019