SPORTELLO TELEMATICO POLIFUNZIONALE (SUAP – SUE)

member city logoComune gemellato con 
Zavidovici (BiH)

Comune gemellato con Zavidovici
Istituto Comprensivo Roncadelle

 

PIANO DI EMERGENZA COMUNALE

Il piano di Emergenza del Comune di Roncadelle è stato approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 42 del 23/09/2013.

Lo scopo principale della stesura di un Piano di Emergenza Comunale, partendo dall'analisi delle problematiche esistenti sul territorio, è quello di organizzare le procedure di emergenza, l'attività di monitoraggio del territorio e le modalità d'assistenza alla popolazione, il tutto nell'ottica di poter permettere al Sindaco di ottemperare nel migliore modo possibile al suo ruolo di Autorità Comunale di Protezione Civile (art. 15, c. 3 della L. 225/92 e smi).
Il Piano è organizzato in quattro parti distinte:

 Parte 1: analisi del territorio comunale.
Sono qui raccolti i dati relativi al contesto geografico/amministrativo,le informazioni relative alla situazione socio-economica ed al tessuto produttivo, le informazioni sulla rete infrastrutturale presente (viabilità, reti tecnologiche, life-lines, ecc.).
     ♦ Tav. 1: carta di inquadramento generale e dei servizi infrastrutturali, scala 1:5.000).

Parte 2: analisi delle risorse disponibili sul territorio.
Schede di censimento delle sedi operative, delle strutture di ricovero/accoglienza e delle aree di emergenza.
     ♦ Tav. 2: carta delle strutture e delle risorse disponibili sul territorio, scala 1:5.000).
Censimento delle risorse umane ed dei mezzi di cui il Sindaco (e la sua Amministrazione) può disporre, comprensivo delle risorse e mezzi dell'associazione locale di Protezione Civile, del servizio 118, e di alcune ditte convenzionate e/o convenzionabili.
Individuazione delle strutture alberghiere con la relativa disponibilità di posti letto.

Parte 3: analisi delle pericolosità territoriali.
Analisi dei vari aspetti del territorio e delle attività antropiche che possono determinare situazioni di rischio sul territorio comunale di Roncadelle.
    ♦ Tav. 3: Carta di sintesi della pericolosità (scala 1:5.000)
    ♦ Tav. 3A: Carta della pericolosità idrogeologica e idraulica (scala 1:5.000)
    ♦ Tav. 3B: Carta della pericolosità sismica locale - PSL. (scala 1:5.000)

Parte 4: scenari di rischio e gestione delle emergenze.
Descrizione dei rispettivi scenari di rischio ai quali è stata poi associata la corrispondente modalità operativa, cui si atterranno, in caso di necessità, la struttura comunale di protezione civile (UCL: Unità di Crisi Locale) ed il Sindaco.
    ♦ Allegato 1: Schede delle sedi operative, strutture di ricovero/accoglienza e aree di emergenza;
    ♦ Allegato 2: Rubrica Operativa.

Ufficio: 
Urbanistica
Data pubblicazione: 
Lunedì, 23 Settembre, 2013