IL FENOMENO “BALENA BLU”: UN GRAVE RISCHIO PER I GIOVANISSIMI

In questi ultimi mesi il fenomeno social detto “Blue Whale”, o “Balena Blu”, si sta diffondendo anche nel territorio bresciano, con grave preoccupazione delle famiglie e dei servizi educativi e di prevenzione per i gravissimi rischi cui potrebbero essere esposti pre-adolescenti, adolescenti e giovanissimi.

In sostanza trattasi di un adescamento effettuato mediante il web e i social network, mediante il quale le giovani vittime vengono istigate all’autolesione e, in progressione, anche al suicidio.

Tutti gli adulti, e in particolare i genitori e le persone con funzioni socio-educative, devono prestare perciò le dovute attenzioni e vigilare, rendendosi conto di quanto realmente sta succedendo nella rete e fuori dalla rete, cogliere gli eventuali segnali di disagio e chiedere eventualmente aiuto anche ai servizi sul territorio, alla scuola e alle altre agenzie educative.

Anche l’Associazione Italiana Magistrati per i Minorenni e per la Famiglia, Sezione di Brescia, con lettera indirizzata Servizi di prevenzione ed Educativi e ai media del territorio, ha espresso seria preoccupazione per il “fenomeno Blue Whale” e per l’utilizzo mediatico che ne viene fatto a scopo sensazionalistico, che costituisce un ulteriore grave fattore di rischio per i giovani.

Cliccando sul link a fianco è possibile scaricare la lettera dell’Associazione Magistrati, con importanti indicazioni sul fenomeno e sulla necessità di azioni di vigilanza e prevenzione.

Ufficio: 
Servizi Sociali e Pubblica Istruzione
Data pubblicazione: 
Venerdì, 9 Giugno, 2017